(IN) Netweek

TREZZANO SUL NAVIGLIO

Parla la vittima dell’incidente

Share

“Mi sono davvero spaventato, non me l’aspettavo minimamente: stavo andando a velocità limitata, anche perché sabato (18 gennaio, ) pioveva e sapevo dei rischi”. Parole di, Bruno F., il conducente della Peugeot 107 rimasto coinvolto nell’incidente. All’inizio ho addirittura pensato di aver sbandato senza accorgermene e di aver preso qualsiasi altra cosa, ho capito dopo che si trattava del pavè ha proseguito, sottolineando quanto sia stata importante la bassa velocità di crociera per evitare danni più gravi. Ci sembra quasi un film già visto. Anzi, è un film già visto. Da quel che abbiamo appreso da alcuni esponenti di ATM, più che un film si potrebbe definire quasi una serie tv a puntate: ci hanno rivelato, infatti, che tanti sono i casi simili a questo, accaduti quasi settimanalmente. Di certo non pensiamo si possa risolvere il problema in pochi giorni, non è per questo che ne stiamo raccontando due episodi in modo consecutivo. La nostra volontà, però, è quella di lanciare un allarme importante. Ci siamo resi conto che i problemi principali con il pavè vi sono principalmente sulla via Lodovico il Moro. Avvicinandosi al centro, nelle zone di Porta Genova e della Darsena (anche nei tratti non sottoposti ad Area C) infatti, il rischio di incidenti cala perché la manutenzione è più accurata. È giusto trattare le centinaia di veicoli, guidati da milanesi e da cittadini dei comuni della Grande Città, come cittadini di serie B?

Leggi tutte le notizie su "Il Giornale dei Navigli"
Edizione digitale

Autore:ces

Pubblicato il: 24 Gennaio 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.