(IN) Netweek

CORSICO

Gli amici delle Civica di musica diventano ora un’associazione. Il bilancio di questi primi nuovi 12 mesi di scuola: gli eventi - Intervista alla direttrice della scuola Lorena Portalupi

Share

Lorena Portalupi ancora non ci crede: “È stato un anno grandioso, vissuto intensamente, e possiamo solo esserne felici!” ha dichiarato la direttrice della Civica scuola di musica Antonia Pozzi di Corsico. Dopo le difficoltà dello scorso anno e il sostegno della fondazione Shapdiz per ripartire, la scuola non si è mai fermata e dopo 12 mesi di lavoro è giunto il momento per Lorena e i docenti di tirare le somme. “Abbiamo realizzato grandi progetti, implementato l’offerta dei corsi con proposte sempre nuove, ottenuto un numero sempre maggiore di iscritti ma, soprattutto, raggiunto un importante obiettivo: collaborare attivamente con le associazioni di Corsico e del territorio!” Da due settimane è nata, infatti, l’associazione “Amici della civica scuola di musica Antonia Pozzi”, una rete per sostenere ancora di più la scuola come patrimonio della città. Esistono diversi livelli per associarsi. La tessera base, dieci euro annuali, permette di supportare l’operato della civica, sempre più ricca di impegni. Anche quest’anno la Antonia Pozzi parteciperà a Piano City, la tre giorni milanese totalmente dedicata ai concerti con pianoforte. Sabato 20 maggio, nell’atrio della scuola, allievi e insegnanti suoneranno tutto il repertorio di Chopin, una maratona romantica aperta a tutta la città. Il 21 maggio gli allievi terranno il loro saggio di fine anno al Teatro Litta di Milano: “Questa è una grande opportunità per i ragazzi. Il fatto che uno dei teatri più prestigiosi di Milano abbia deciso di offrirci il proprio supporto non fa che riempirci di orgoglio”. Il 27 maggio, per Note di (R)esisistenza, verrà presentato a scuola il libro Terra mia di Daniele Sanzone, dedicato a Pino Daniele. Il 9 giugno, alle ore 18, nel cortile della scuola, la sezione di musica rock terrà il proprio personalissimo saggio di fine anno e il 10 giugno la scuola aprirà le proprie porte a tutta la città, con uno speciale open day, con dimostrazioni ed esibizioni lungo tutto l’arco della giornata. Il 16 giugno, poi, la scuola regalerà alla città un concerto di Beethoven, suonando alla chiesa San Pietro e Paolo. “Stiamo già pensando al prossimo anno”, ha dichiarato la direttrice, “e ragionato già su nuove proposte”. I corsi per bambini, propedeutici alla musica di insieme della sezione archi, vanno proprio in questa direzione. Il progetto Architeam è solo una delle tante idee per la civica. “I ragazzi sono sempre più entusiasti e la loro gioia carica anche noi!” E ancora: “Una delle soddisfazioni più grandi di quest’anno? Il coro multietnico, promosso dalla fondazione Shapdiz. Una volta a settimana la scuola si apre al mondo: persone sempre nuove e provenienti da paesi diversi si uniscono in un momento emozionante. In occasioni come questa capisco che ce l’abbiamo fatta davvero!”

Leggi tutte le notizie su "Il Giornale dei Navigli"
Edizione digitale

Autore:ces

Pubblicato il: 19 Maggio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.