(IN) Netweek

CESANO BOSCONE

Un week end tra colori e musica con Cross-over! Dal 22 al 25 aprile una quarantina di writers da tutta Europa per le vie della città 

Share

Quattro giorni e una quarantina di writers coinvolti, provenienti da ogni parte d’Europa: sono questi gli elementi-chiave dell’iniziativa “Cross-over” che a partire da domani, 22 aprile, fino al giorno 25, colorerà le vie di Cesano Boscone tra graffiti, murales e musica hip-pop. Un’iniziativa volta a valorizzare la subcultura urbana e che si pone l’obiettivo di riqualificare alcune superfici murarie del territorio, coinvolgendo anche gli istituti scolastici.

LA SUBCULTURA URBANA NELLE PERIFERIE, TRA

PROGETTI E INIZIATIVE

Sono gli anni ’60. In Europa le lotte operaie sono nel pieno del loro svolgimento, mentre nelle periferie statunitensi i giovani iniziano a diventare consapevoli del loro ruolo nella società. Writers e tag si pongono alla base di un movimento che si svilupperà e sfocerà, con il passare degli anni, nella cosiddetta street art. Un movimento che parte dal basso sì, ma che porta i ragazzi delle periferie a emergere, esprimendo il loro senso di appartenenza al territorio attraverso l’uso dell’arte di strada: disegni e murales, ma anche testi musicali. Più di cinquant’anni dopo, street art e subcultura urbana sono tornate protagoniste: valorizzate per le loro caratteristiche, considerate preziose per migliorare la condizione degradata di alcune pareti delle città. Anche nel sud ovest milanese. L’iniziativa in partenza domani, infatti, coinvolgerà artisti di strada di spicco nel panorama europeo: da ETSOM a M. HELL, da SOLER a AEROES CREW, da KAY ONE a YAZO, passando per METH, ERICS, SHINE ROYAL, PLUS, BEAT (Friburgo), ARES, ETEAM CREW, IRWIN SUI MURI, FOSK e SVAME. Gli artisti si esibiranno realizzando murales sulle tre superfici messe a disposizione dall’amministrazione comunale cesanese, che ha promosso l’iniziativa: l’esterno delle scuole di via Bramante, una parete della media Da Vinci e il muro interno del centro sportivo Bruno Cereda, in via Vespucci. Non mancherà la musica: l’altro pilastro, assieme ai graffiti, della cultura hip hop. Sabato 22 aprile, infatti, al Cereda si farà festa a partire dall’aperitivo. Appuntamento dalle ore 19 fino alle 23 con rinfresco e musica.

DOPO “MEETING OF STYLES” NEL 2014, LA STREET ART TORNA A CESANO BOSCONE

L’assessore alle politiche giovanili di Cesano Valeria Mulas si è detta soddisfatta dell’organizzazione dell’iniziativa. Per Mulas, la sottocultura urbana rappresenta infatti un’occasione preziosa “per dare voce ai ragazzi, una voce che ha dinamiche alternative ai linguaggi tradizionali e alla comunicazione istituzionale”. I tempi, del resto, stanno cambiando velocemente: sono lontani gli anni in cui dipingere muri fosse considerato esclusivamente “indecoroso”. Che la street art abbia un ruolo importante all’interno delle iniziative organizzate dall’amministrazione comunale cesanese, poi, lo comprova anche il fatto che Cesano non sia nuova alla subcultura urbana. Già nel 2014, l'iniziativa ‘Meeting of Styles’ regalò alla città delle opere che rivitalizzarono pareti murarie fino a quel momento insignificanti. “Ci piace pensare – ha precisato ancora Mulas – che Cesano possa diventare un centro di aggregazione internazionale del movimento artistico e un luogo restituito alle voci dei più giovani. Siamo felici di ospitare, tra i tanti, anche nomi ormai noti nel panorama europeo e spero sia solo il primo passo di un progetto più ampio”. Soddisfatto anche il sindaco Simone Negri: “Oltre all'evento in sé, l'auspicio è che si crei un movimento in grado di appassionare e avvicinare le fasce giovanili: molto importanti saranno i momenti di condivisione e confronto con i writers invitati”.

Leggi tutte le notizie su "Il Giornale dei Navigli"
Edizione digitale

Autore:ces

Pubblicato il: 21 Aprile 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.