(IN) Netweek

CESANO BOSCONE

La Befana Benefica arriva alla Sacra La “sfilata” con 5 mila motociclisti ha raggiunto l’istituto

Share

Nonostante la pioggia persistente e il cielo plumbeo, sabato 6 gennaio ha preso il via la 51esima “Befana benefica”. Sono stati come sempre tantissimi gli appassionati giunti all’appuntamento in corso Sempione alle 8.30 del mattino dove ad attenderli hanno trovato come ogni anno Livio Lepori, il presidente del Moto Club Ticinese, che ha offerto calze contenenti dolciumi e medaglie ricordo della manifestazione ai tantissimi motociclisti arrivati da ogni parte della Regione. La manifestazione, organizzata dal Moto Club Ticinese "Raul Mondini", ha una lunga e curiosa storia alle spalle: nasce, infatti, dall’iniziativa di un piccolo gruppo di soci del Club che erano soliti consegnare doni ai figli dei vigili urbani nei crocevia delle strade milanesi. Successivamente si decise di estendere questa tradizione anche ad altre realtà del territorio, tra cui la Sacra Famiglia: è iniziata così un’appassionata amicizia, arricchita da momenti di condivisione e collaborazione, come in una vera famiglia. Oltre alla straordinaria partecipazione dei motociclisti, non sono mai mancati la sensibilità e il rispetto per gli ospiti, che considerano la Befana Benefica un evento irrinunciabile.

Partendo dal Corso Sempione, le moto hanno raggiunto il Piccolo Cottolengo Don Orione, località dove è stata effettuata la prima sosta per portare i doni agli ospiti della struttura. La meta finale è stata come sempre l’Istituto Sacra Famiglia di Cesano Boscone, dove i motociclisti si sono uniti agli ospiti, ai familiari, agli operatori e ai visitatori della Fondazione, portando doni e giochi raccolti durante l’anno. Colonna sonora della festa sono state le note musicali dei Todos Santos che hanno salutato l’arrivo della Befana.

La “Befana Benefica” è uno dei più importanti raduni motociclistici italiani con una lunghissima tradizione: basti pensare che dal 1967, anno del primo raduno, siamo arrivati quest’anno alla 51esima edizione, con la straordinaria partecipazione di oltre 5.000 motociclisti che hanno invaso le vie di Milano con un imponente corteo.

Giornata all'insegna della solidarietà anche all'hotel Principe di Savoia, dove si è svolto il consueto appuntamento con la “Befana del clochard”, organizzata dai City Angels. I 200 senzatetto, anziani poveri e rifugiati sono stati serviti ai tavoli da 75 studenti delle scuole elementari, medie o superiori, accompagnati dal provveditore agli studi Marco Bussetti. Con loro rappresentanti delle istituzioni, politici e vip. I Piccoli Cantori di Milano, coro diretto da Laura Marcora, che dopo aver servito ai tavoli, si sono esibiti in un breve concerto sulle note classiche del loro repertorio.

Leggi tutte le notizie su "Il Giornale dei Navigli"
Edizione digitale

Autore:gra

Pubblicato il: 12 Gennaio 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.