(IN) Netweek

BUCCINASCO

Licata: “Legalità , sicurezza e pari diritti per tutti. Voglio provare ad ascoltare i bisogni dei cittadini” Intervista al candidato per il centrodestra alle prossime comunali

Share

Anche il centrodestra ha presentato il proprio candidato sindaco in vista delle prossime elezioni amministrative: l’uomo in grado di mettere d’accordo Lega Nord, Fratelli d’Italia, Udc e Forza Italia è Nicolò Licata che oggi, dopo quarant’anni a servizio dell’arma dei Carabinieri, è pronto a dedicarsi anima e corpo a migliorare la città dove abita e che tanto ama.

Si aspettava che il centrodestra la scegliesse come candidato? Si sente pronto ad assumersi questa responsabilità?

Ha detto bene, “responsabilità”: per me la scelta di candidarmi nasce dalla necessità, innanzitutto, di rimanere coerente con l’operato che ha contraddistinto tutto il mio lavoro. Cercherò di portare avanti, anche nella carica di sindaco, i principi di coerenza e legalità che mi hanno sempre animato. Mi riempie di orgoglio sapere di poter rappresentare buona parte della popolazione di Buccinasco che crede negli stessi valori.

Come mai la decisione di candidarsi? Cosa l’ha spinta a scendere in campo?

Dopo aver lavorato tanti anni ad Assago sono venuto a contatto anche con la realtà di Buccinasco, che conosco perfettamente a tutti i livelli, tanto da decidere di abitarci. Nonostante le difficoltà di questo territorio, ho scelto di combattere per i diritti e la libertà di tutti, indipendentemente dall’appartenenza politica. Credo nelle possibilità della città e nella sua crescita, ed ecco perché ho deciso di dedicarmici al 100%.

Cosa prevede il programma elettorale del centrodestra e quali sono, secondo la sua opinione, i punti di forza che potrebbero consentirvi la vittoria?

Non parlerei di punti di forza, ma semplicemente dei miei valori, che cercherò di estendere a tutto il centrodestra: legalità, sicurezza e pari diritti per tutti. Vorrei provare ad ascoltare i bisogni dei cittadini: bisogna creare un vero piano per la sicurezza, creare un sistema di videosorveglianza, ottimizzare le risorse umane e creare sinergia con gli altri comuni, per un controllo più capillare. Stesso discorso vale anche per le opere di manutenzione, che devono puntare a esaltare i punti di forza del comune. Grande rilievo verrà dato anche all’aspetto sociale: bisogna dare vita a un piano, a livello amministrativo, che si occupi dei più giovani e dei più anziani. Non bastano dei “contentini”, ma dei progetti di ampio respiro, i cui frutti si vedranno a lungo termine.

Quali sono, ad oggi secondo lei, le maggiori criticità del comune e cosa ha intenzione di fare per porvi rimedio?

La mancanza di una vera politica sociale, appunto, e di progettualità. Non basta rispondere all’ordinario ma essere in grado di ascoltare le necessità reali dei cittadini. Per i più giovani la mancanza di un centro di aggregazione e le difficoltà nel trasporto pubblico rendono il tutto ancora più complicato.

Qual è il suo bilancio complessivo dopo cinque anni di questa amministrazione?

Ho stima del sindaco Maiorano, nulla da eccepire sul suo operato. Si è trattato, però, appunto, di una amministrazione ordinaria, priva di slancio. La sfida che vorrei affrontare è quella di impegnarmi quotidianamente e di portare un’aria rinnovata negli uffici comunali, perché è proprio da lì che inizia a vedersi il cambiamento. Partendo da sincerità e trasparenza non si può che ottenere un buon risultato.

Pubblico e privato: tema sempre caldo, e ancor di più a Buccinasco. La sua visione?

Io credo che l’Amministrazione debba essere totalmente libera da qualunque influenza del privato, in qualsiasi ambito. Può esserci sinergia nei due ambiti, ma nessuno deve intaccare l’operato dell’altro.

Cosa pensa degli altri candidati alla carica di sindaco in lizza con lei? Come vede il confronto con questi avversari?

Conosco tutti gli altri candidati e li rispetto. Ma in nessuno di loro vedo una vera proposta di governo per Buccinasco. Tutti si muovono in una direzione di continuità. Io sono molto speranzoso per quanto riguarda il nostro risultato: le persone si stanno riavvicinando alla politica, c’è più fiducia e penso che il centrodestra possa rappresentare tanti degli ideali dei cittadini di Buccinasco. Non vedo l’ora di iniziare a lavorare davvero per il bene della città.

Il tema M4 è sempre molto attuale. La sua opinione al riguardo, rispetto anche a quella degli altri partiti?

La M4 sarebbe di grande aiuto per i ragazzi di Buccinasco e per tutti i cittadini. Ma bisogna guardare in faccia alla realtà: stiamo parlando di uno studio di fattibilità e non ancora di un effettivo prolungamento, per ora. Pur creando una sinergia tra i comuni, i costi dell’investimento resterebbero impossibili da sostenere per chiunque. Gli impedimenti per la realizzazione sono evidenti a livello macro e microscopico. Si sta giocando con la speranza, sfruttando questo tema a scopo elettorale.

Leggi tutte le notizie su "Il Giornale dei Navigli"
Edizione digitale

Autore:ces

Pubblicato il: 21 Aprile 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.